mercoledì 28 settembre 2016

Ad Augusta ci sarà mai un'accoglienza degna per i/le migranti?


Decine di migranti, per lo più minori non accompagnati, stipati per settimane nella tendopoli allestita in un porto blindato e militarizzato, in condizioni igienico-sanitarie indegne. Senza prospettive reali di accoglienza e senza le più elementari tutele giuridiche a salvaguardia dei loro diritti umani. 

martedì 20 settembre 2016

Dal mare alla campagna, passando per le nostre città

Cosa hanno in comune una giovane donna ghanese, un signore di mezza età nigeriano e un ragazzone senegalese? Oltre il colore della pelle, senza ombra di dubbio, la violenza e lo sfruttamento a cui sono stati sottoposti, e il fatto che sono stati uccisi dalle nostre leggi.
Questo sistema ha deciso di sacrificare i migranti per tenersi in piedi, ha deciso di mettere al bando chiunque voglia risorgere dalle ceneri che abbiamo lasciato nei paesi da cui provengono, ragazzi e ragazze che vivono costantemente con la morte accanto, che spesso decide di prendere il sopravvento.

Sbarco di Palermo - Ph. Alberto Biondo

venerdì 16 settembre 2016

UN PARTIGIANO MI DISSE, parte il crowfunding per il nuovo libro di Gabriele Del Grande

Cari produttori e produttrici dal basso di IO STO CON LA SPOSA,

sono Gabriele Del Grande. Due anni fa, insieme, abbiamo dato vita a un'avventura culturale e politica che ha segnato la nostra storia e quella di centinaia di migliaia di spettatori in 53 Paesi del mondo. Chi mi conosce sa quante volte da allora io abbia meditato di ritirarmi dalla scena pubblica, troppo stanco per ripartire l'ennesima volta da zero. Mi hanno fatto cambiare idea gli attentati in Europa. Perché io sapevo.

Newsletter SICILIAMIGRANTI - Agosto 2016

Militarizzazione e disorganizzazione: modalità di sbarco estenuanti ed inefficienti sulla           pelle dei migranti
Accogliere i morti, respingere i vivi
La mala accoglienza dei minori stranieri, tra isolamento, diffidenza e violenze 
Richiedenti asilo e minori stranieri nel limbo dei vecchi e dei nuovi CAS
Info e contatti

mercoledì 14 settembre 2016

“Non chiamateli migranti economici”. Medu racconta l'esodo verso l’Europa


In una mappa interattiva il viaggio dei profughi: dal deserto ai barconi. Il 90 per cento vittima di violenza, abusi e traumi psicologici. "La dicotomia migrante economico e rifugiato non è in grado di spiegare una realtà così complessa"

martedì 13 settembre 2016

Minori non accompagnati: quando l’accoglienza rimane una sfida

“New guys arrive but their problems are not over”, così commentano l’approdo di nuove persone alcuni migranti fuori dall’hotspot di Pozzallo. “Sono arrivati nuovi ragazzi, ma i loro problemi non sono finiti”. Ieri nuovo sbarco di 286 migranti al porto ibleo, tra cui una ventina di minori non accompagnati. Ragazzi di 15, 16, 17 ma anche 13 anni o meno, come quelli a cui ci siamo appena presentati. Giovedì scorso una delegazione dell’OSCE (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) ha visitato l’hotspot di Pozzallo, dopo aver fatto tappa al Cara di Mineo. Nelle ore precedenti abbiamo assistito ad un gran numero di trasferimenti dall’hotspot presso i centri vicini. Tra i migranti in uscita anche diversi minori non accompagnati, che per una coincidenza abbastanza prevedibile erano quindi presenti in minor numero durante la visita istituzionale.

venerdì 9 settembre 2016

Più vulnerabili, meno tutele. Trattenimenti prolungati a Pozzallo ed Augusta

Quindici migranti morti in mare, tra di loro donne e bambini. 
I bollettini di morte nel Mediterraneo sono sempre più frequenti e lapidari, e lasciano alle immagini dei soccorsi e degli sbarchi il minimo spazio funzionale a chiamare in causa le responsabilità europee e ad encomiare le operazioni italiane. Volti e corpi che scompaiono velocemente, destinati spesso ad una sepoltura lontana da sguardi amici o ad una faticosa sopravvivenza in un paese che si rivela sempre meno democratico ed accogliente. 

giovedì 8 settembre 2016

Ogni giorno 28 bambini scompaiono dal sistema di accoglienza italiano


Il numero di bambini migranti e rifugiati non accompagnati arrivati quest’anno in Europa attraverso l’Italia è raddoppiato. A fronte però di un sistema di accoglienza che non riesce a fornire loro il supporto necessario. A rivelarlo è il nuovo rapporto di Oxfam “Grandi speranze alla deriva”, diffuso oggi.

Basti pensare che ogni giorno 28 bambini non accompagnati semplicemente “scompaiono” a causa di un sistema inefficace e inadeguato.

Oro falso: Sbarco di notte a Palermo, i migranti abbandonati sotto la pioggia

Il recente sbarco di 1.003 persone a Palermo era stato programmato per le 14 di martedì scorso, 6 settembre, ma la notte di lunedì è stato rinviato alle 20 dell’indomani. Per quell’ora abbiamo trovato la nave Diciotti della Guardia Costiera già attraccata e i numerosi nuovi arrivati erano lì, in piedi, sul ponte aperto. Sia il cibo che i vestiti e le scarpe – forniti da ditte private e distribuiti, come di consueto, da volontari – sono arrivati tardi; finalmente lo sbarco è cominciato poco prima delle 21.

lunedì 5 settembre 2016

Nuove procedure di sbarco o semplice caos? Il caso, non isolato, di “sbarco differito” a Messina

In aleis strenua – in pugna invicta”, risoluta nei rischi, invincibile in battaglia. Questo il motto dell’imponente fregata Virginio Fasan (F591) della Marina Militare la cui tanto inusuale quanto prolungata sosta al porto di Messina ha attirato la curiosità dei passanti, ha sollevato dubbi e perplessità fra gli attivisti locali prontamente espresse nel comunicato stampa del PRC di Messina e ci ha infine “consentito” di arrivare in tempo per assistere all'ultimo giorno di quello che è diventato uno degli sbarchi più lunghi ed estenuanti degli ultimi tempi. L’ultimo gruppo di migranti, 150 circa dei 1159 totali, ha potuto lasciare la nave solo intorno alle 21 di giovedì 1 settembre quindi oltre 48 ore dopo l’inizio delle operazioni di sbarco avviate nel tardo pomeriggio di martedì 30 agosto.